2013 - Art and the Printing Press - Rassegna internazionale di incisione - Cremona

Vai ai contenuti

Menu principale:

2013

Archivio Biennali


L’ARTE E IL TORCHIO / Art and the Printing Press 20
13


Il Comitato organizzatore / The Organizing committee
L’Arte e il Torchio 2013

Renzo Margonari
(artista e critico d’arte) – Hector Saunier (artista, direttore Atelier Contrepoint, Parigi) – Ivana Iotta (responsabile Sistema Museale Cremonese) – Mauro Mainardi (presidente AIE, Associazione Italiana Ex libris) – Donatella Migliore (critico d’arte) – Sergio Tarquinio (artista) – Vladimiro Elvieri (artista, curatore generale)



Ringraziamo tutti coloro che, attraverso l’invio di e-mail, sostengono la ripresa della biennale "L’Arte e il Torchio 2013".
We thank all those people that, through all sending of e-mail, sustain the resumption of the biennial "Art and the Printing Press 2013".
Alcune lettere / Some letters :




Alla cortese attenzione di Vladimiro Elvieri (curatore generale L’Arte e il Torchio)
settembre 2012

Sono fermamente consapevole e convinto della validità del linguaggio artistico delle tecniche incisorie, nonché del loro valore nella cultura in generale e nell'acquisizione di un metodo formativo per chi fin da giovane vi si accosta.
Deploro, al di là di ogni giustificazione che attribuisce a "cause di forza maggiore" la responsabilità della soppressione della 8ª Rassegna internazionale di incisione “L’Arte e il Torchio / Art and the Printing Press”, prevista dal 7 aprile al 5 maggio 2013 presso il Centro culturale di Santa Maria della Pietà a Cremona e al Museo della Stampa di Soncino, l'assenza di una così importante rassegna.
Mi auguro, data l'esiguità del contributo, che il Comune di Cremona possa intelligentemente ricredersi e tempestivamente intervenire per permetterne un regolare svolgimento.

Gianfranco Schialvino
Gianni Verna
(Associazione culturale Nuova Xilografia)

Anna Virando
(Curatrice del MuSarMo – Museo d’arte moderna di Mombercelli, AT)

Anna Maria Grimaldi
(Segr. Gall. Studio Laboratorio, Torino)

Raffaele Mondazzi
(Scultore, Torino)




Estimados Amigos L´Arte e il Torchio”
Cremona, Italia
Septiembre 2012.

Con mucho pesar hemos sabido del cierre de la Bienal  “L´Arte e il Torchio” 2013. La noticia ha sido un shock para todos los artistas en Chile y en especial para los Grabadores quienes éramos participantes y  espectadores de tan maravilloso evento que cada dos año organizó con gran esfuerzo, dedicación y entusiasmo el Maestro Vladimiro Elvieri.
Queremos presentar nuestro apoyo como Taller 99, a que la iniciativa construida por tanto tiempo por el Maestro Elvieri siga con tanta fuerza como se hizo en fechas pasadas.

Saludos afectuosos desde Chile

Santiago de Chile,

CORPORACIÓN
ZAÑARTU 1016  PROVIDENCIA SANTIAGO

Taller 99




Oggetto: salviamo "L'Arte e il Torchio"
settembre 2012

Tutto il Gruppo De Portesio esprime stupore e grande dispiacere sia professionale che relazionale per la cancellazione di un evento culturale di rilevo internazionale e unico nel genere sul territorio nazionale quale si e' dimostrato negli anni essere "L'Arte e il Torchio". A stretto giro di comunicazione della notizia tutte le persone che hanno collaborato ai nostri progetti espositivi "De Portesio" (vedi www.deportesio.com) esprimono il loro rammarico, ma rinnovano la speranza per un ripensamento tempestivo nelle sedi appropriate in modo che la manifestazione del 2013 possa realizzarsi.

il Gruppo De Portesio
San Felice del Benaco (BS)



Oggetto: Salviamo l'Arte e il Torchio

Le 18.09.2012 Lettre au directeur de la Biennale de gravure de Cremona de la part de Pierre Martin dit Egide, graveur buriniste canadien de Montréal (Québec) :  

Cher Vladimir,  Je suis profondément attristé du fait que la Biennale de Gravure 2013 soit suspendue par manque d’argent et peut-être arrêtée indéfiniment car tu ne le mérite pas. La Biennale de Gravure de Crémone, c’est bien toi, le Capitaine !  Toujours sur le pont ! Toujours là à ciseler les moindres détails grâce à un travail ininterrompu et une formidable énergie de tous les jours, de tous les instants, je te vois toujours optimiste, toujours souriant, toujours gai alors que je sais que rien n’e  Je veux te dire aussi que j’ai été très fier de faire une démonstration de gravure au burin pendant le vernissage de la Biennale 2011 avec comme pays invité : le Canada. L’exposition des Canadiens était extraordinaire et le lieu de la Biennale très beau, trè  Avec toute mon amitié.  

Pierre Martin « Egide »


Cher Vladimiro,
Je suis choquée et peinée d'apprendre que la Biennale Internationale de Gravure de Crémone est suspendue pour des questions de subventions communales (!). Je ne peux oublier que c'est grâce à elle que nous avons pu nous rencontrer et créer des liens artistiques et amicaux forts entre nos deux pays et continents. L'exposition de l'année dernière où le Canada était invité a permis de faire découvrir au public l'extrême vitalité et originalité de la gravure contemporaine autant italienne que canadienne (et internationale) et je suis frustrée d'apprendre que toute cette richesse d'imagination, toute cette qualité technique, artisanale dans le sens d'un travail fait «à la main », et tout ce travail que tu as accompli pour tisser jour après jour ces échanges inter-culturels autant en Europe que dans le Monde Entier doivent être abandonnés faute de financement de la part des pouvoirs publics.
Je sais naturellement qu'il y a une crise économique mondiale mais je crois qu' aujourd'hui il y a urgence à montrer que la Beauté, la Qualité, l'Amour d'un travail bien fait peut vaincre la médiocrité et le laxisme de notre société contemporaine actuelle. C'est pour nous tous et avant tout une question que nous devons nous poser en notre for intérieur : Quelle est la place de l'Art, de la Beauté, dans notre société ?
Cher Vladimir, je pense bien à toi dans ce moment difficile, je pense aussi à Chiara, ta compagne de tous les jours autant dans les moments difficiles que les moments heureux, puisque vous partagez tout. J'espère, et tous nos ami(e)s artistes canadiens avec moi, qu'une issue favorable se dessine et que d'ici peu tu nous annonceras des bonnes nouvelles...
A bientôt avec toute mon amitié et mes encouragements

Laurence Quetelart, présidente de l'AMIGRAV, (Montréal, Qc) Canada et commissaire d'exposition.




September 17, 2012

The international world of printmaking has had a global community because of the building process that it
constructs by way of the International Print Biennial exhibitions and events.  I remember my first encounter
With seeing a catalogue for L’Arte e il Torchio / Art and the Printing Press many years ago now… and how I was compelled to write to the organizing committee and Vladimiro Elvieri, to praise the quality of the catalogue itself, and to also salute the curatorial savvy of organizing the several exhibitions that brought different aspects of historical importance to an international audience.
I am a Canadian artist and Professor of Fine Art at one of Canada’s major Art Colleges.  I’ve taught for 35 years at Post-Secondary levels in Universities.  My own studio practice is informed by my research, but also to a large extent by the constant updating of works presented in exhibitions like yours in Italy.  What I enjoy most about the Cremona International Engraving Exhibit is the perspective of how the shows are curated, and how the chemistry changes each time to allow fresh ideas, and important views into context of the art form.  The scholarly imperative that assembles from these exhibitions creates a vortex of knowledge, with its centre in the city of Cremona.
From my North American perspective, I look to Europe as a wealth of learning, past practice and historically critical in its programs that connect the disparate colleagues in all parts of the world, who are reinventing the language of engraving as an experimental art form.  The Cremona exhibit also creates a place for writing, dialogue and debate; which Italy has been famous for in its pasts.  Cultural Industries seem to be a bastion for political scrutiny, where budgets can be cut or erased, and the values are intangible ones.  I would say the opposite of that argument, that in any long range thinking by any political agency, culture and art creates an industry and worth that effects all people’s identity.
For one moment, consider taking away all the heritage of architectural monuments, fountains, statuary and friezes across Italy… The very cultural identity of a people would be disenfranchised.  What a loss to humanity that would be…  L’Arte e il Torchio / Art and the Printing Press, is another artistic gesture which aligns with engraving as a predominate feature that has documented historical moments, attitudes, social moral and all manner of the collective humanity as a whole.  
If this exhibition is unsupported and falls into the abyss; it is a loss certainly for those who have organized it so well consistently.  But it’s ripple effect will also register as a much larger loss, to all those who participate from far away, and who dream about this city, its exhibition halls, and its commitment to art as a life force within our psyches, all of us.
I hope you will realize the potential gain that is at stake, and support your cultural identity with this vision.

Derek Michael Besant RCA
Professor of Fine Arts / Drawing ACAD
Alberta College of Art + Design
1407 – 14th Avenue NW
Calgary Alberta CANADA T2N 4R3



Forlì 22 settembre 2012

Mi chiamo Maura Maltoni e sono un’insegnante di lingue di scuola media di Forlì.
Ricordo con molto piacere un’uscita didattica a Cremona con una classe terza. Ciò che ha reso indimenticabile quel giorno è stato il laboratorio didattico offerto da Vladimiro Elvieri e Chiara Toni ai miei ragazzi.
Mi dispiace moltissimo che quel giorno, alla Biennale “L’ARTE e IL TORCHIO” non sia stato girato un video perché, voi politici, avreste visto l’interesse e la partecipazione dei ragazzi all’incisione e alla stampa.. E’ un vero peccato ed anche ottusità politica aver sospeso una mostra così importante e, dal mio punto di vista, altamente educativa.
Ci rammarichiamo che i nostri giovani siano poco attenti al bello e alla cultura e quando tutto ciò è possibile VOI lo cancellate?
Ancora una volta la politica è cieca e sorda verso l’educazione e la cultura … e ci lamentiamo che la gente sia disgustata dei nostri governanti?

Maura Maltoni



Oggetto: biennale grafica
20 settembre 2012

Sono davvero contrariato, e addirittura stupito, per la posizione assunta dal Comune di Cremona negando un contributo finanziario alla Biennale di Grafica “L’arte e il Torchio”. Pur comprendendo le difficoltà indotte dai provvedimenti governativi ai bilanci comunali, ritengo che Cremona dovrebbe fare ogni sforzo per mantenere la periodicità di questa manifestazione che conferisce alla città la sola caratteristica culturale nel contemponaeo. La Biennale di Grafica ha acquistato, ormai, una rinomanza mondiale e non mi risulta che la comunità sia interessata da altre attrattive caratterizzanti di paragonabile importanza. Mi pare, anzi, che la valenza internazionale di questa iniziativa così qualificante per la città, avrebbe dovuto indurre gli amministratori a calcolare di norma nel proprio bilancio il dovuto contributo biennale, giacché l’attività culturale è da ritenersi un servizio pubblico che dà lustro a una pubblica Amministrazione. Cremona, non può essere menzionata solo per il violino –e, ormai, ciò accade neppure troppo spesso- ma, nel campo delle arti figurative, si è guadagnata una voce autorevole e originale con la Biennale di Grafica che ha trovato un plauso internazionale positivamente sbilanciato rispetto al costo del sostegno finanziario richiesto. Il Comune di Cremona, interrompendo il suo dovuto appoggio all’iniziativa, si gioca una primogenitura per un piatto di lenticchie. Dovrebbe urgentemente rivedere il proprio diniego e porsi, invece, alacremente alla collaborazione per la prossima edizione della Biennale. In caso contrario, gli amministratori attuali saranno ricordati nell’ambiente culturale italiano – è certo- come “quelli che hanno affossato la Biennale di Grafica” e, conseguentemente congelato, l’ormai importante raccolta di opere grafiche donata al Museo Civico, apportando un doppio danno al patrimonio cittadino. Nelle città italiane, infatti, la vera ricchezza popolare consiste nella conservazione e nel rispetto della tradizione d’arte che soprattutto ci distingue nel mondo. Ci ripensino, si ravvedano e saranno ringraziati.
Tutta la mia solidarietà all’ “Arte e il Torchio” e ai cittadini cremonesi deprivati della loro più importante presenza nell’arte contemporanea.

Renzo Margonari
Accademico, storico, critico d’arte, artista



Oggetto: Salviamo L'Arte e il Torchio
18 settembre 2012

Municipality of Cremona,

I am writing on behalf of the International Print Triennial Society in Krakow that has just been open for the twentieth time. We are existing since 1966 (at first as a Biennial, and since 1991 as a Triennial) and we have a long cooperation with L'Arte e il Torchio. We have received information that because of lack of the financial support from the Municipality of Cremona the Engraving Biennial of Cremona is suspended. We are extremely surprised with decision of the Municipality of Cremona and we would like to express our deep concern for the future of the graphic art event in Cremona. We cannot imagine that this wonderful event could not be held. It would be an irreparable loss to entire artistic world. We remember very well our great cooperation with Biennial in Cremona that lasts since 2001. We hope that the Municipality of Cremona will change this unfair decision and will support efforts of organisers, protecting the valuable artistic event, We would like the Municipality of Cremona to be aware that such event as Biennial in Cremona should be perceived as the Heritage of Cremona City and that the entire world is appreciating it and looking forward to it,
sincerely yours

Marta Anna Raczek-Karcz PhD
The Vice-President of the International Print Triennial Society in Krakow
The Coordinator of the International Print Triennial - Krakow 2012



Oggetto: annullamento edizione 2013
domenica 16 settembre 2012

Carissimo Vladi,

per quanto mi riguarda personalmente, esprimo tutta la mia costernazione per la notizia dell’annullamento dell’edizione 2013 della manifestazione a causa del mancato contributo dell’amministrazione comunale.
Sul valore culturale della manifestazione non posso che sottoscrivere quanto altri, ben più qualificati di me, hanno già sostenuto.
Posso anche ricordare che in numerose occasioni ho condotto le mie classi a frequentare il laboratorio didattico, che costituiva un vero fiore all’occhiello della didattica a Cremona; sai che ho sempre sostenuto la necessità di rendere permanente tale attività.
Inoltre, in qualità di presidente dell’Associazione Artisti Cremonesi, ti assicuro non solo la solidarietà dell’associazione stessa, ma anche un impegno fattivo perché questa situazione, incresciosa per l’intera comunità artistica e culturale della città, possa trovare infine un esito positivo.
Cordialmente

Laura Carlino



Oggetto: salviamo L’Arte e il Torchio
domenica 16 settembre 2012

Caro Elvieri condivido in assoluto questo grido in difesa de “ L’ARTE E IL TORCHIO” una delle poche realtà incisorie italiane consolidate dalla sostanza e dal tempo.
Grazie per le edizioni realizzate in questi lustri.
Che sia convinto di quanto appena scritto fa fede la richiesta che Ti avevo fatto l’anno scorso invitandoti a partecipare al terzo nostro incontro genovese per raccontarci della Tua esperienza su “ L’ARTE E IL TORCHIO” e del Professor Dino Formaggio, fondamentale figura del mondo dell’Estetica italiana.
In considerazione di una edizione con ampio respiro europeo , che guarda all’Europa, non posso fare altro che inviarti questo messaggio - Salviamo “L’ARTE E IL TORCHIO”-
Faccio voti che il Sindaco di Cremona riveda il tutto permettendo così la realizzazione della prossima edizione del 2013.

Un abbraccio

Gian Carlo Torre
Curatore e collezionista ex libris,
fondatore Rivista ‘In/Pressioni’



Oggetto: Salviamo L´Árte e il Torchio.
15 settembre 2012

Escribo para manifestar mi total apoyo a la Bienal L´Arte e il Torchio, tan prestigiada a travéz de los anios, y a sus organizadores. A su entusiasta curador general desde sus comienzos en 1999, Vladimiro Elvieri y al Comite que lo secunda.
Es una desilusión que las autoridades del Municipio de Cremona cambiaran su intención original de colaborar economicamente con la Bienal 2013. Espero que aun esten a tiempo de revertir ésta situación y que se pueda realizar el próximo anio el tradicional encuentro de artistas y de sus obras que tanto distingue a la ciudad de Cremona.

Marylin C. Bronfman.
Grabadora.
Santiago de Chile.




Oggetto: Salviamo l'Arte e il Torchio
15 settembre 2012

Gentile prof. Vladimiro Elvieri
Le invio due considerazioni sul mancato finanziamento de L’Arte e il Torchio che vorrei inoltrasse al Sindaco e alla Giunta di Cremona

Quando la pubblica amministrazione chiude un evento culturale è sempre una sconfitta. Nel caso di Cremona siamo veramente al paradosso: il Comune, cioè la collettività, acquisisce ad ogni biennale un numero notevole di opere d'arte, che oltre al valore prettamente economico, rappresentano un patrimonio artistico incredibile! Una selezione dei più prestigiosi artisti contemporanei dai cinque continenti, che rappresenta uno spaccato dell'incisione oggi. Oltretutto si tratta di un evento che ha lanciato molti giovani incisori italiani (magari privi di "sponsor" o "amici" ma pieni di talento). L'Arte e il Torchio rappresenta quindi un momento di ricchezza culturale che va ben oltre la nicchia degli adepti dell'arte incisoria. Non va poi trascurata la parte di laboratori didattici che vengono allestiti durante la biennale e che hanno permesso a migliaia di bambini di avvicinarsi ad un'arte tanto antica quanto poco conosciuta. Si possono trovare forme di partecipazione del privato nella gestione del patrimonio museale, ma per fare questo bisogna che il primo a crederci sia il Comune stesso. Facciamoci sentire e sosteniamo l'Arte e il Torchio.
P.S. Io ho avuto il privilegio di partecipare dieci anni fa quale giovane incisore under 35 alla biennale, e di toccare con mano la professionalità con cui viene gestita la Biennale, assieme alle figure più prestigiose del mondo incisorio-artistico di livello mondiale, basterebbe solo citare il compianto comm. prof. Dino Formaggio (presidente del comitato scientifico per le prime cinque edizioni) per capire la caratura del progetto.

Cordiali Saluti

Erik Sortinelli
Operatore culturale e artista



Oggetto: Salviamo "L'arte e il torchio"
15 settembre 2012

la Biennale di Cremona è da sempre un punto di riferimento sicuro per chi voglia capire qualcosa del mondo dell'incisione.
L'incisione, al contrario di quello che si pensa, è al centro dell'attenzione del mondo giovanile artistico (anche i nostri corsi sono ogni anno affollati da giovani che vengono da ogni parte del mondo) pe cui non realizzare la biennale è anche un andare contro alle loro aspirazioni. Per tali motivi aderiamo all'appello per salvare "L'arte e il torchio" auspicando che le istituzioni locali diano un segno positivo alla richiesta pressante che proviene dal mondo culturale.

prof. Giuliano Santini
presidente
Kaus Urbino
Centro Internazionale per l'incisione artistica



Oggetto: Salviamo l'Arte e il Torchio
venerdì 14 settembre 2012

Come artista e studioso dell'arte incisoria non posso che essere stupito ed indignato della soppressione della migliore rassegna in Italia, una mostra che non solo ci permetteva di avere un "respiro" internazionale ma permetteva al museo di Cremona di avere una raccolta di fogli senza eguali. L'unica parola che in questo momento mi sembra opportuna è "vergogna", se volete continuare a distruggere il patrimonio artistico italiano.

Patrone Stefano
Genova



Oggetto: salviamo " l'Arte e il Torchio"
13 settembre 2012

Mi chiamo Arianna Loscialpo e pratico incisione dal 1999. Ho partecipato alla bellissima 4° Rassegna Internazionale dell'Incisione L'arte e il Torchio nel 2005 nella sezione "Incisione Italiana under 35" appena dopo la specializzazione e il diploma presso l'Accademia di Belle Arti di Carrara e alla recente edizione nella sezione "Ex Libris, l'uomo e l'ambiente". Ringrazio Vladimiro Elvieri e Mauro Mainardi per avermi dato queste possibilità. Ancora oggi utilizzo questa esposizione e il catalogo di riferimento per presentarmi come "incisore". Che dire!!!
Ora insegno Grafica e Tecniche dell'incisione presso l'Accademia di Belle Arti di Carrara e sapere della fine di questa Rassegna così importante e di così alto livello mi riempie il cuore di dolore ricordando l'emozione provata allora nel vedere il mio semplice pezzo di carta esposto vicino a nomi come Rosenquist, Rauschenberg, Mapplethorpe, Jim Dine, Chuck Close, Ed Ruscha ecc.... e insieme a grandi incisori italiani e di tutto il mondo.
Sono senza parola.
Questa esposizione mi aveva incoraggiata a non abbandonare la " pazzia dell'incisione".
NON PUO' ESSERE VERO!!! STIAMO SCHERZANDO!!!
Ma allora l'Italia è morta veramente e noi giovani dobbiamo velocemente far le valigie e fuggire da questa noncuranza verso la cultura e disprezzo verso quello che di buono è stato fatto in passato in mezzo al solito " schifo italiano".

Arianna Loscialpo



Oggetto: Salviamo “L’Arte e il Torchio”
13 settembre 2012

Preg.mo Signor Sindaco e Spett. Amministrazione del Comune di Cremona,
Il Paesaggio, L’ Eno-Gastronomia e L’Arte sono le uniche e vere risorse NATURALI del nostro Paese, non valorizzarle adeguatamente è il vero spreco di cui si può essere accusati. La rassegna biennale “L’Arte e il Torchio” ha saputo conquistare la stima dell’ambito artistico internazionale che, di riflesso, si è proiettata sui sostenitori dell’iniziativa. Impedirne la realizzazione abolendo il finanziamento promesso diciamo che rappresenta un errore di “calcolo”. Spero vi sia ancora la possibilità per riconsiderare la decisione e deliberare il finanziamento necessario per l’edizione del 2013.
Distinti Saluti.

Onorio Del Vero
Direttore Rivista web ‘Morsura Aperta’



Oggetto: salviamo L’Arte e il Torchio!!!
12 settembre 2012

Da dieci anni conosco, seguo e ho avuto l'onore di essere tra gli artisti invitati alla Rassegna biennale internazionale di incisione "L’Arte e il Torchio / Art and the Printing Press" di Cremona. Professionista della Stampa d'Arte, sono testimone del prestigio in ambito internazionale di questa attesa manifestazione, che a ogni evento ha creato attesa e riscontro della realtà di un settore delle Arti espressive che con la sua annunciata sospensione segna l'ennesimo autogol del MADE IN ITALY con cui ormai ci presentiamo all'estero. L'arresto della tendenza positiva di "L’Arte e il Torchio / Art and the Printing Press" per la qualità delle proposte di valorizzare del patrimonio culturale della stampa d’arte originale italiana sulla scena mondiale contemporanea mi lascia al contempo incredulo e sconfortato.

Prof. Alberto Balletti
Accademia Belle Arti Venezia



Oggetto: salviamo l'arte et il torchio
02 ottobre 2012

Madame, Monsieur
Je tiens en tant que directeur général du mondial de l'estampe et de la gravure originale de Chamalières (Auvergne, FRANCE)à apporter mon soutien à M. Vladimiro ELVIERI et au Comité organisateur "L"Arte e il Torchio" dans le cadre du maintien de l'importante biennale "L'Arte e il torchio/Art and printing press". Je connais aussi bien par la qualité des publications qui en sont issues que par les dires des artistes participants l'impacte positive de cette manifestation. Dans le monde d'aujourd'hui un tel évènement est un très important soutien à l'effort intellectuel de l'Europe entière et permet de défendre la nécessité absolue que nous avons de protéger la création individuelle.
Je souhaite que la municipalité de Crémone infléchisse sa décision en faveur de la reconduction de cette importante réalisation.

Slobo
DIRECTEUR ARTISTIQUE DE L'AMAC et
DIRECTEUR GENERAL DU MONDIAL DE L'ESTAMPE



Lettera pubblicata sul quotidiano ‘La Provincia’ (CR, 4 ottobre 2012)
‘Per “L’Arte e il Torchio” e la cultura non ci sono soldi’

Egregio direttore,
le chiedo ospitalità per poter ‘spezzare una lancia’ in favore di un’importante iniziativa culturale, sino a ieri sostenuta economicamente dall’amministrazione comunale della nostra città ed oggi, a causa delle sopraggiunte ristrettezze economiche, esclusa dal novero di quelle finanziabili.
Mi riferisco a ‘L’arte e il torchio’, manifestazione artistica che, sin dal 1999 e a cadenza biennale, riunisce ( o meglio, riuniva ) a Cremona le più alte realizzazioni della grafica incisa internazionale. É con animo dolente che il comitato scientifico della manifestazione (cui appartengo) si appresta a ritornare ai propri autori, sparsi in tutto il mondo, le opere giunte a Cremona ormai da tempo per partecipare ad un evento oggetto di tanta considerazione. Sarebbe stata l’ottava Biennale, avrebbe goduto di un degno allestimento nello spazio espositivo di Santa Maria della Pietà: tutto questo, purtroppo, resterà solo un (collaudato) progetto la cui realizzazione viene purtroppo irrimediabilmente meno. Sia però chiaro, non è nostra intenzione fare roboanti appelli, né tanto meno chiedere soldi a chicchessia, sono tempi duri e i sacrifici sono all’ordine del giorno per tutti: certo, se si pensa a quello che in questi giorni viene pubblicato dai media a riguardo delle spese sostenute da certi amministratori pubblici locali, e si considera che basterebbe una piccola parte di quanto allegramente dissipato in una delle tante ‘vacanze’ di questi signori (a spese del contribuente) per salvare e perpetuare una manifestazione che mostra al mondo il volto migliore della nostra città, non è facile farsi una ragione di tutto ciò. È triste destino il nostro, quello di un Paese che si impoverisce spesso negando alla cultura, sua prima e più importante risorsa, la considerazione che meriterebbe, nel trionfo di disinteresse e incuria. É tutto. Le chiedo perdono per queste poche righe, amaro sfogo di una persona che, proprio nel campo della cultura e dell’arte in particolare, ha sempre cercato di operare per portare lustro alla sua Cremona.

Sergio Tarquinio
(membro del comitato scientifico ‘L’Arte e il Torchio’)



Oggetto: Salviamo L'Arte e il Torchio!!!
30 settembre 2012

Dear Mayor of Cremona,
Dear Fiends of Art,

The Print Biennial of Cremona
became with the years one of the important events bringing together artists & art lovers from all over the world! When we presented in 2007 Bulgarian Printmakers I had the chance to meet in person Vladimiro Elvieri and Maria Chiara Toni, and I dare to say - they are very important for the World of Printmaking! In the same time, dear Mayor and officials of Cremona, they are very important for Cremona, too!
You can find on the website of Lessedra http://www.lessedra.com/previous.php?exh_id=19   (text and photos) one of the images presenting the Biennial in 2007 when I realized (in the exhibition of Piccio) how important is Vladimiro Elvieri - L`ultimo
romantico ! Of course here are signing together with me all Bulgarian artists participants in 2007: Ana Antonova - Boryana Doncheva - Gergana Donkova - Lilija Eftimova - Kaloyan Iliev - Dimitar Karatonev - Christo Kardjilov - Dessislava Kostadinova - Boris Krustev - Veliko Marinchevsky - Ivan Ninov - Todor Ovcharov - Evgeniy Pantev - Rumen Raykov - Angelina Tashkova - Marina Yordanova.
Please, do not think just only for the needs of the day, but for the future and for the great tradition of L'Arte e il Torchio. With my thanks for your attention as well with my great expectation for the further development of the Print Biennial of Cremona!

Yours Georgi Kolev
Lessedra Gallery & Contemporary Art Projects www.lessedra.com



Object:  L’Arte e il Torchio / Art and the Printing Press:  Support letter
September 17, 2012  CANADA

I am Professor Emeritus ACAD and a working international print artist in Canada.
The Cremona exhibition is one of those touchstones that only printmaking can provide by way of the ability to mail works on paper around the world.  Engraving has its roots in European culture and Cremona is known to a lot of us because of the photos of the exhibition sites reproduced in the exhibit’s fine catalogues.
We live in the world, but our works go off to Krakow Poland, Novosibirsk Russia, Bitola Macedonia, Liège Belgium,  Oldenburg Germany, Vienna Austria, London UK, Trois-Rivières Quebec Canada… and Cremona Italy!  
The international network that Cremona is associated with is tied to this Engraving exhibition, for so many artists working in print media.  Cremona becomes a centre devoted to the art of Engraving, acknowledged by the artists who have been honored to participate in its shows.
Brilliant curatorial perspectives have exposed attitudes and media skills from so many countries by way of this exhibition, and the associations to Italy as a country that prides itself in publishing books.  The exhibition catalogues become wonderful reference books that are shared by a wide-spread cultural community of artists, students and art lovers and collectors.  We all think of Cremona as a forward-thinking city who is proud to celebrate and support its past via the interest in art and ideas the exhibition promises.
I live in another part of the world; but Cremona is a beacon of light as far as what it has built from this exhibition and its tributes to the arts.  If you allow the presence of the exhibition to dissolve, you will lose something of yourself, as well as the multitude of artists who are connected to your city because of its intellectual value of being a place for people to become enthralled by what art stirs in each of us…
I would support the concept to maintain the exhibition as a positive motivation for higher learning and historical bearing that Cremona has strived towards and accomplished.

Alexandra Haeseker RCA, MFA, ACAD, BA (Hon)
Professor Emeritus ACAD
Alberta College of Art + Design CANADA
haeseker@telus.net


 
Torna ai contenuti | Torna al menu